Il clima brasiliano

Per la vastità del territorio che si allunga sul 39° di latitudine, tra la zona settentrionale a Nord dell’equatore e il territorio meridionale, sito oltre il tropico del capricorno, per la diversa posizione delle terre rispetto al mare, e per la complessità del rilievo che altera l’andamento della temperatura e della piovosità, il Brasile presenta una varietà di climi. Si distinguono una zona equatoriale, una zona subequatoriale e una zona temperata. La zona equatoriale, dal confine delle Guane si estende a tutto il bassopiano amazzonico;nella foresta amazzonica il clima è equatoriale con piogge che si presentano sotto forma di forti rovesci e temporali. In Brasile le stagioni sono invertite rispetto all’Italia. La primavera va da settembre a dicembre mentre da noi è autunno. La temperatura è sotto i 30 gradi ma l’umidità è al 100%. Tra il 15° parallelo e il tropico del Capricorno si estende la zona del clima subequatoriale che va da Santos e Rio de Janeiro a la foce di S. Francisco. Il clima è un clima marittimo umido, le temperature si mantengono alte e la piovosità è notevole. Il clima temperato invece lo troviamo nel 20° parallelo tra il Minas Gerais e il Mato Grosso.
Ringraziamo per l’articolo il sito Viaggi in Brasile