Romagna è anche sinonimo di buona cucina. Il territorio, infatti, offre dei tradizionali piatti sia di mare che di terra e questo grazie al fatto che la pesca è una vera e propria attività che vede impegnati migliaia di operatori ittici che ogni notte escono a mare per riportare del freschissimo pesce catturato nelle battute di pesca. Quanto ai piatti di terra, questi sono originati dalle tradizioni contadine di questa popolazione che da sempre ha saputo coltivare al meglio la terra e sfruttare l’allevamento animale.
I risultati di questi due differenti settori ha originato la tradizione della gastronomia romagnola che vede un saporito e croccante fritto di pesce, coniugarsi con tagliatelle fatte a mano condite con ragù di carne.

Soggiornando in questa regione, potrete assaporare tutti questi piatti ricchi di sapore e di gusto. Scegliere un albergo milano marittima tre stelle, vi farà trascorrere una vacanza usufruendo di tutti i servizi che queste strutture ricettive vi mettono a disposizione. Fin dalla prima colazione, la brigata di cucina vi porterà ad assaporare la ricchezza della gastronomia romagnola.

Le tradizioni culinarie

Il culto della cucina nasce dal romagnolo Pellegrino Artusi (nacque a Forlimpopoli nel XIX secolo) che fu il primo critico gastronomico a codificare la gastronomia del territorio.
I primi piatti sono caratterizzati dalle classiche tagliatele ma anche da garganelli, cappelletti, passatelli, patacucci e fagioli, tortelli e zuppa imperiale; mentre nei secondi regna il fritto di calamari e gamberi, pesce al forno, salsiccia matta, coppa, cotechino, lesso di carne, ciccioli di maiale.
Non va dimenticata la celebre piadina romagnola IGP che può essere guarnita con più ingredienti anche se, quella nota a tutti è quella che prevede squacquerone, crudo e rucola.
Molti i prodotti di eccellenza in Romagna: dall’olio extra vergine d’oliva di Brisighella alla pesca nettarina, dallo squacquerone allo scalogno romagnolo tanto per citarne alcuni IGP, che rendono preziosa la qualità dell’offerta gastronomica locale.
Non vanno dimenticati neppure i dolci locali dal bracciatello alla mantovana, dalle sfrappole al miacetto per continuare con una lunga lista ma, capitolo a parte, merita il vino. Chi crede che sia solo il Sangiovese a rappresentare questo territorio, incappa in una macroscopica svista in quanto, questa zona può annoverare altri tipi di vini DOC e DOCG tra i quali: Albana di Romagna, Cagnina, Colli di Faenza, Bosco Eliceo, Colli di Rimini, Pagadebit di Romagna, Trebbiano tanto per citarne alcuni.

Come potete vedere, i piatti di questa regione italiana non temono il confronto con nessuno. Gusti forti e decisi provenienti dalla terra, che si contrappongono ai sapori freschi e leggeri provenienti dal mare creano un mix che difficilmente potrete trovare in altre località turistiche italiane o europee.

Per questa stagione estiva, cosa state aspettando a prenotare una vacanza in uno dei migliori hotel della riviera romagnola; così da provare di persona tutto questo.