Che cos’è il singhiozzo.

Il singhiozzo non è proprio una patologia ma si può definire come un disturbo che è causato dalla contrazione del diaframma in modo ripetuto e involontario, cioè senza che il soggetto ne abbia in controllo. Il nervo del frenico controlla il diaframma e, quando viene irritato, può apparire il singhiozzo. Il fastidioso singhiozzo fa emettere un caratteristico suono che è dovuto alla chiusura della glottide che avviene a ogni nuova contrazione del diaframma. Il singhiozzo è passeggero e perciò non ci si deve preoccupare.

I sintomi.

Il singhiozzo ha come sintomo il tipico suono “hic” che deriva dalla chiusura della glottide, che viene preceduto da uno spasmo a livello del petto che è da imputare alla involontaria contrazione del muscolo diaframmatico.

Le cause.

Il singhiozzo può essere provocato da diversi fattori. In primis, può esserci il consumo troppo veloce dei pasti o che risultano troppo abbondanti. Anche nel caso in cui il soggetto consumasse troppe bevande gassate o alcoliche, può presentarsi il singhiozzo. In questi casi, la mucosa digestiva dello stomaco ne risulta irritata e si infiamma, di conseguenza di irrita anche il diaframma che si contrae provocando il fastidioso singhiozzo. Anche ingerire aria nello stomaco provoca il singhiozzo; questo può accade in situazioni stressanti e di forte ansia. Un singhiozzo più persistente può far pensare a un problema a degli organi interni come per esempio la pericardite che è un tipo di infiammazione del pericardio, cioè la guaina che riveste il muscolo cardiaco. Il singhiozzo può essere legato anche a disturbi gastrici come il reflusso gastro esofageo che si manifesta quando il contenuto dello stomaco risale l’apparato digestivo. Un’ultima causa da indicare che provoca il singhiozzo è un’infezione ai danni del sistema nervoso centrale o una sua lesione, che può avvenire in concomitanza con ictus, meningite, encefalite o sclerosi multipla.

Un singhiozzo passeggero non deve destare preoccupazioni ma se si vuole conoscere tutto in merito a questo fastidio, sono disponibili ulteriori informazioni sul portale web singhiozzo.eu .